Diego La Monica

Software, standards, accessibilità, usabilità & Web 2.0

Alla sede italiana del W3C per parlare di HTML5 e CSS3 il 31 Maggio 2013

Qualche settimana fa la sede italiana del W3C aveva annunciato tramite il suo sito la preparazione di un evento incentrato su HTML5 e CSS3. Tale evento che si terrà a Pisa, nella sede italiana del W3C, prevede la partecipazione di personalità di un certo rilievo quali Bert Bos e Bernard Gidon. L’evento organizzato con IWA Italy ed altre grandi realtà del panorama Italiano richiedeva la partecipazione attiva del mondo degli sviluppatori proponendo casi d’uso e un contributo reale al miglioramento degli standard.

Quasi per gioco, un po’ per follia ho deciso di proporre un mio caso d’uso. Avrò circa 25 minuti (o meno) come indicato sulla pagina dell’evento nel quale racconterò di tante cose che sono state introdotte con HTML5, CSS3 e le nuove API Javascript legate a HTML5.

Il titolo del seminario è “I’ve seen the future it’s in my browser“, mentre l’abstract cita (tradotto):

John Maynard Keynes disse che “La vera difficoltà non sta tanto nello sviluppo di nuove idee, quanto allontanarsi dalle vecchie.
HTML5 e CSS3  sono la nuova idea in arrivo in contrasto con il vago supporto che i browser offrono.
Comunque ci sono tante alternative adoperando tecniche di progressive enhancement che consentono gli sviluppatori di beneficiare di HTML5 e CSS3.

Per chi ha già assistito a miei seminari in passato, sa bene che ogni mio intervento è incentrato su cose concrete, fatti documentati e documentabili. Quindi, per quella giornata, mi permetto di affermare che parlerò veramente poco perchè ho da mostrarvi il futuro!

Le iscrizioni all’evento sono ancora aperte, per chi volesse iscriversi può farlo sullo specifico modulo di registrazione.

10 errori tipici quando si implementa l’accessibilità del web

Gli sviluppatori web che cercano di realizzare siti accessibili, incorrono spesso in tipici e diffusi errori dovuti all’interpretazione rigida dei requisiti; si rischia di essere troppo zelanti mentre in realtà si impedisce l’accessibilità del proprio sito web. Le seguenti 10 regole descrivono cosa è meglio fare e perché, in modo da evitare di commettere alcuni comuni errori nelle proprie pagine web.

W3C: CSS 3 – Page Media

Con questo ulteriore working draft la W3C migliora il concetto di Stampa formattata tramite un foglio di stile. In questa nuova versione del working draft leggo che sono introdotte:

  • Funzionalità per la paginazione
  • Margini della pagina
  • Dimensione ed orientamento della pagina
  • Intestazione e piè di pagina
  • Orientamento delle immagini

Insomma, leggendo quanto è indicato con le nuove funzionalità, sempre che i browsers in commercio provvederanno ad adeguarsi correttamente e, sperando che nessuno dei browser cominci ad interpretare a proprio piacimento i vari attributi dei vari fogli di stile, quando si dovrà formattare una pagina sarà sempre più semplice, senza perdersi in concetti esterni alla progettazione della pagina stessa. 

La lettura è interessante  e particolarmente consigliata.

W3C: XHTML-Print diventa una W3C Recommendation

Il World Web Consortium
ha rilasciato XHTML-Print
come una W3C Recommendation. Tale documento copre gli aspetti inerenti la stampa da dispositivi mobili (Palmari, cellulari, smart-phone, ecc. ecc. ) e dispositivi a basso costo e soddisfa le esigenze di stampa e visualizzazione in apparati dove i drivers di stampa scarseggiano e comunque dove la differente di formattazione in dipendenza del dispositivo è prevista e comunque accettabile. Il lavoro è basato sull' XHTML-Print scritto dal Printer Working Group.

W3C: Primo Working Drafts per ARIA

Da un comunicato stampa del W3C, si denota il primo documento pubblico relativo ad ARIA (Accessible Rich Internet Applications).

Questa notizia darà certamente una svolta al modo di progettare interfacce per le web applications quanto per le sezioni di amministrazione dei CMS. Anche perchè fino ad oggi molte persone diversamente abili erano tagliate fuori dalla User Experience di molte (la maggior parte) delle Rich Internet Applications.

Speriamo che sia un incentivo per tutti a migliorare! 

W3C: 2 nuovi Working drafts per il CSS 3

Il 19 Settembre, il gruppo di lavoro che si occupa della definizione e degli aggiornamenti della documentazione relativa al CSS versione 3 ha rilasciato 2 working drafts aggiornati. I titoli sono rispettivamente:

  • Paged Media e
  • Values and Units

Il primo si interessa di descrivere le specifiche relative al contesto: video e stampa (cross-reference, note a pie di pagina, intestazione e fondo), il secondo è un documento generale sulle unità di misura definito in modo generico tale da essere utilizzato dagli altri documenti di specifica del CSS 3. 

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: